home » archivio notizie » ultime notizie

Le famiglie italiane sono sempre più indebitate

26 luglio 2007. Le famiglie italiane sono sempre più indebiate.Tra mutui e prestiti hanno accumulato debiti per € 300 miliardi, circa € 13.000 a famiglia, con una crescita di oltre € 24 miliardi in soli 12 mesi.


Le famiglie italiane sono sempre più indebitate
Le famiglie italiane sono sempre più indebiate.Tra mutui e prestiti hanno accumulato debiti per € 300 miliardi, circa € 13.000 a famiglia, con una crescita di oltre € 24 miliardi in soli 12 mesi. L'aumento dei tassi di interesse sta però mettendo in ginocchio molte famiglie: un fenomeno internazionale tanto che ad accorgersi della crescita di chi non riesce a pagare è la Bri, la banca dei regolamenti internazionali. Il nodo è anche all'esame del ministero dell'Economia. Nei giorni scorsi il Tesoro ha avviato i lavori per modificare la disciplina del credito al consumo: saranno previste più tutele, ma anche la possibilità di chiedere prestiti senza ipoteca fino a € 100.000, superando l'attuale soglia di € 31.000.
A fotografare la situazione delle famiglie italiane sono gli ultimi dati della Banca d'Italia.
A fine aprile 2007 i debiti dei cittadini residenti hanno raggiunto la vetta di € 299,2 miliardi. Un importo che diviso per i 23 milioni di famiglie italiane è pari a € 13.000 a nucleo.
L'incremento in soli 12 mesi è stato dell'89%, d circa € 24,4 miliardi. Crescono in particolare i mutui immobiliari che hanno raggiunto quota € 247,7 miliardi contro i 228,5 miliardi un anno prima - mentre fanno un balzo dell' 11,2% i piccoli prestiti, quelli del credito al consumo che hanno toccato quota € 51,5 miliardi con una crescita che vale € 5,2 miliardi in 12 mesi.
I tassi sono in aumento.
Per la Banca d'Italia il Taeg applicato sui mutui è in media del 5,44%, quello sui prestiti è del 9,44%. Così, fatti i conti, per le famiglie italiane il pagamento dei soli interessi di una rata annuale rappresenta una tegola da circa € 18,4 miliardi.
A lanciare l'allarme sulle famiglie che non riescono a pagare è la Banca dei Regolamenti Internazionali che descrive un fenomeno internazionale. Le parole sono quelle 'tecniche' di un rapporto economico, ma è facile comprendere i drammi che possono nascondere. Con gli alti tassi di interesse, dice la Bri, «sono aumentati i casi di morosità». Ora la previsione è quella di un ulteriore amento ei tassi. E questi, spiega la Bri, «influenzeranno il costo del servizio dei mutui esistenti e la domanda di nuovi prestiti, mentre la situazione economica avrà un impatto sui redditi delle famiglie. Le vendite forzate potrebbero accrescere lo stock di abitazioni offerte sul mercato, esercitando ulteriori pressioni al ribasso sui prezzi». In pratica pagare i mutui sarà più difficile, questo avrà un impatto sui conti delle famiglie ed è facile immaginare che molti appartamenti finiranno ad ingrossare l'elenco delle aste giudiziarie

Notizia pubblicata il 28/07/2007


HOMEPAGE

Archivio Notizie