home » archivio notizie » ultime notizie

Mutui prima casa: le novità della Bersani

30 Gennaio 2007. Il Decreto sulle Liberalizzazioni porterà una piccola ma grande novità sul fronte mutui prima casa.


Soprattutto laddove si va a parlare della loro estinzione anticipata. Una nota del Ministero spiega che "il cittadino consumatore non dovrà più affrontare nuove spese per avere la piena disponibilità del proprio immobile. Per cancellare l'ipoteca sulla casa non è più necessaria l'autentica del notaio. D'ora in poi l'istituto di credito dovrà semplicemente comunicare entro un mese l'avvenuta estinzione del mutuo alla Conservatoria che provvederà d'ufficio all'immediata cancellazione dell'ipoteca".
A questo punto, perché la norma diventi interamente operativa è necessario che passino i tempi tecnici per adeguarsi: sessanta giorni. A questo punto, chi ha contratto un mutuo potrà trasferirlo a un'altra banca senza perdere i benefici fiscali previsti per la prima casa. Sarà anche possibile chiedere l'estinzioneaticipata totale o parziale del mutuo, senza per questo dover pagare penali. Nel caso in cui si stipuli un finanziamento ipotecario dopo l'entrata in vigore della norma, e sul contratto vi sia una qualsiasi clausola contraria, questa è da ritenersi nulla.
Discorso diverso per i mutui già stipulati. In questo caso Abi e consumatori devono definire i modi per riportare i contratti "ad equità anche mediante la soppressione di clausole penali".

Quali sono state le reazioni?
I consumatori ovviamente apprezzano. Secondo le stime redatte da Federconsumatori tra estinzione mutui, estinzioni ipoteche, maggiore concorrenzialità sui conti correnti il risparmio si attesterà a 310 euro l'anno per famiglia, 170 quello sull'Rc-auto.
Il Codacons, però, chiede di aprire il mercato del credito agli stranieri, l'Mdc suggerisce di intervenire "anche sulle commissioni per i prelevi agli sportelli bancomat"

Notizia pubblicata il 30/01/2007


HOMEPAGE

Archivio Notizie