home » archivio notizie » ultime notizie

COMPRAVENDITE: CRESCONO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI

21 aprile 2007. Dagli ultimi dati rilevati dall'Agenzia del Territorio per il I semestre 2006 si evidenzia una crescita delle compravendite pari a +5,8% rispetto all'analogo periodo del 2005 con ampie diversificazioni territoriali e settoriali.


COMPRAVENDITE: CRESCONO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI

Dagli ultimi dati rilevati dall'Agenzia del Territorio per il I semestre 2006 si evidenzia una crescita delle compravendite pari a +5,8% rispetto all'analogo periodo del 2005 con ampie diversificazioni territoriali e settoriali. In particolare, nel settore residenziale la crescita è stata del +5,1%, assai più accentuata nei comuni non capoluogo di provincia (+6,6% nel resto della provincia e +1,6% nei capoluoghi), con una crescita delle quotazioni espresse in mq. rilevate dall'OMI pari a +4,97% rispetto al semestre precedente e pari a +8,01% rispetto al corrispondente periodo del 2005.
Dal I Rapporto sul Mercato Immobiliare 2007, pubblicato da Nomisma, è emerso che i prezzi nel 2006 sono cresciuti meno velocemente che in passato: nelle 13 città intermedie i valori di compravendita sono aumentati in misura del 6,2% per le abitazioni nuove, del 6,9% per quelle usate, del 5,6% per gli uffici, del 5,7% per i negozi e del 6,1% per i capannoni; nelle 13 aree urbane gli incrementi sono stati del 6,3% per le abitazioni nuove, del 6,2% per quelle usate, del 5,6% per gli uffici, del 6% per i negozi e del 7,7% per i capannoni. Dall'analisi dei dati si conferma, inoltre, la più elevata dinamicità dei maggiori mercati urbani che hanno fatto registrare degli incrementi di intensità superiori a quelli rilevati sui mercati di provincia. Per quanto riguarda i tempi di vendita, sempre secondo Nomisma, c'è un allineamento tra le grandi città e quelle intermedie e subiscono, in media, un leggero allungamento rispetto ad un anno fa. Per le abitazioni occorrono in media, 4,3-4,4 mesi per essere vendute, per gli uffici 5,7 mesi, per i negozi 5,1-5,3 mesi, per i capannoni 6,3-6,6 mesi e, infine, per i posti auto 2,7-2,8 mesi.
Secondo altri il mercato immobiliare italiano continua a rallentare la sua corsa. Infatti, nel secondo semestre 2006 i prezzi hanno fatto registrare l'incremento più basso dal 1998. L'aumento per i comuni dell'hinterland è stato del 2,5%, mentre, nei capoluoghi di provincia del 2,3%. Gli incrementi sono stati piuttosto disomogenei tra le diverse aree geografiche, infatti, nei capoluoghi del Sud si è avuta la crescita più sostenuta pari al 4,2%; a seguire vi sono quelli del Nord con un incremento dell'1,8%, mentre quelli del Centro hanno fatto registrare una crescita solo dello 0,6%. Per quanto riguarda la tipologia dei beni oggetto delle compravendite, sempre secondo Tecnocasa, i più richiesti sono stati i trilocali (38,5%).
Da una ricerca di Scenari Immobiliari sono sempre di più gli immigrati che comprano casa in Italia, anche se le compravendite si concentrano nelle province del Nord. Negli ultimi tre anni le transazioni effettuate da extracomunitari sono cresciute del 19%, raggiungendo nel 2006 le 131mila unità. Il fatturato, ossia il valore delle case acquistate è salito del 50%, passando da 10,2 a 15,3 miliardi. Nel 2007, secondo Scenari Immobiliari, si dovrebbero raggiungere le 142 mila transazioni (+8,4%) per 17,5 miliardi di spesa (+14,4%) e nei prossimi cinque anni una transazione su cinque dovrebbe essere effettuata da immigrati. Tuttavia i tempi di ricerca si aggirano intorno ai sei-nove mesi , il 20% in più rispetto al tempo impiegato dagli acquirenti italiani. La spesa media per un immobilie negli ultimi tre anni è cresciuta del 25,8% e ha raggiunto i 117 mila euro


--------------------------------------------------------------------------------

Notizia pubblicata il 21/04/2007


HOMEPAGE

Archivio Notizie