home » archivio notizie » ultime notizie

ICI Imposta sulla famiglia e non più sul bene. Aliquote. Lotta all'evasione.

21 aprile 2007. Si è seriamente riflettuto sull'eventualità di attenuare il peso dell'imposta come questione di centrale importanza, soprattutto a causa delle previsioni non rosee di aumenti dovuti all'applicazione dei nuovi estimi che entreranno in vigore.


Si è seriamente riflettuto sull'eventualità di attenuare il peso dell'imposta come questione di centrale importanza, soprattutto a causa delle previsioni non rosee di aumenti dovuti all'applicazione dei nuovi estimi che entreranno in vigore. L'Ici, in particolare, ha criteri di tassazione "anomali" secondo la tendenza della fiscalità italiana che in genere preferisce tassare il reddito: essa, infatti, attualmente colpisce il bene patrimoniale e non la rendita che ne deriverebbe. Le caratteristiche dell'Ici, perciò, nelle previsioni future, saranno stravolte: diverrà una specie di "imposta sulla famiglia"; non si guarderà più il bene da tassare, bensì le condizioni personali del proprietario o del possessore.
Le tariffe e le aliquote sull'Ici sono al traguardo: i Comuni hanno tempo fino al 30 aprile per deliberare sui rendiconti relativi al 2007. Questa data, quindi, non è solo il termine per l'approvazione dei bilanci, ma anche la scadenza ufficiale per deliberare tassi, tariffe e soprattutto cambiare i regolamenti sull'Ici, in base alla proroga concessa con decreto del Ministero dell'Interno del 19 marzo, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 71 del 26 marzo 2007. Per la formulazione di aliquote e tariffe, in particolare, vanno tenute ben presenti tutte le variazioni e le novità contenute nella Finanziaria 2007. L'articolo 1 comma 169, ad esempio, dispone che gli enti locali devono deliberarle entro il termine per l'approvazione del bilancio di previsione e che hanno comunque effetto dal primo gennaio dell'anno di riferimento.
Infine, sono ottimi i primi risultati del 2007 registrati nella lotta contro l'evasione : alle Entrate 3.7 miliardi in più e aumenta anche il gettito dei controlli tributari. Negli ultimi due mesi si registra un incremento dei proventi fiscali del 7.1% e sono stati recuperati 120 milioni aggiuntivi di evasione. Si riapre, quindi, la diatriba sulla possibile destinazione del "tesoretto": si pensa alla riduzione dell'Ici per i meno abbienti

Notizia pubblicata il 21/04/2007


HOMEPAGE

Archivio Notizie