home » archivio notizie » ultime notizie

INTERESSI PASSIVI SU MUTUI

02 giugno 2009. INTERESSI PASSIVI SU MUTUI

Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente


INTERESSI PASSIVI SU MUTUI

Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente. Pertanto, la detrazione per interessi passivi su mutui spetta al contribuente acquirente ed intestatario del contratto di mutuo, anche se l’immobile è adibito ad abitazione principale di un suo familiare (coniuge, parenti entro il 3° grado ed affini entro il 2° grado). Da quest’anno la detrazione spetta su un importo massimo di € 4.000,00. In caso di contitolarità del contratto di mutuo o di più contratti di mutuo, il suddetto limite è riferito all’ammontare complessivo degli interessi, oneri accessori e quote di rivalutazione sostenuti (es.: i coniugi non fiscalmente a carico l’uno dell’altro, cointestatari in parti uguali del mutuo che grava sulla abitazione principale acquistata in comproprietà, possono indicare al massimo un importo di € 2.000,00 ciascuno). Se, invece, il mutuo è cointestato con il coniuge fiscalmente a carico, il coniuge che sostiene interamente la spesa può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi. La detrazione spetta a condizione che l’immobile sia adibito ad abitazione principale entro un anno dall’acquisto e che l’acquisto sia avvenuto nell’anno antecedente o successivo al mutuo. Non si tiene conto delle variazioni dell’abitazione principale dipendenti da ricoveri permanenti in istituti di ricovero o sanitari, a condizione che l’immobile non risulti locato.

Notizia pubblicata il 02/06/2009


HOMEPAGE

Archivio Notizie