home » archivio notizie » ultime notizie

Anaci: caos nei condomini per il fisco

29 Gennaio 2007. I condomini sono nel caos a causa di un ritardo dell'Agenzia delle Entrate.


Con un giro d'affari pari a 15 miliardi di euro l'anno - cioè circa 1% del Pi nazionale - l'inteo comparto dei condomini è praticamente fermo dal primo gennaio scorso a causa dell'Agenzia delle Entrate che tarda a emanare una circolare per chiarire il nuovo obbligo fiscale sui servizi condominiali previsto per il 2007 dalla finanziaria.
A lanciare l'allarme è l'Anaci, l'Associazione Nazionale degli Amministratori Condominiali e Immobiliari, che sottolinea che senza la circolare è impossibile interpretare la nuova normativa in modo uniforme.
Secondo la finanziaria, infatti, a partire dal 2007 è prevista l'applicazione della ritenuta d'acconto al 4% per tutti i servizi condominiali, ma i chiarimenti pratici su come compilare le fatture sono stati delegati all'Agenzia delle Entrate, che tuttavia ad oggi non ha ancora emanato alcuna circolare al riguardo. Il risultato è che con il passare dei giorni sempre meno aziende sono disposte a erogare servizi ai condomini senza sapere come e quando poter emettere la relativa fattura. Scelono piuttosto di aspttare la circolare dell'Agenzia delle Entrate.
"A noi amministratori preoccupano eventuali sospensioni di servizi di manutenzione degli impianti condominiali" afferma Pietro Membri, presidente dell'Anaci. "Ogni condominio è pieno di impianti che hanno bisogno di una periodica messa in sicurezza: l'ascensore, la caldaia centralizzata, le tubature, l'impianto elettrico."
L'Agenzia delle Entrate deve assolutamente stringere i tempi per l'emanazione della circolare, per consentire agli amministratori condominiali di continuare a garantire la messa in sicurezza degli impianti presenti negli oltre 930.000 condomini italiani che ospitano quasi 10 milioni di famiglie, cioè circa la metà della popolazione in Italia.

Notizia pubblicata il 29/01/2007


HOMEPAGE

Archivio Notizie