home » archivio notizie » ultime notizie

Finanziaria 2008: l’Ance spiega

29 febbraio 2008. Finanziaria 2008: l’Ance spiega
le novità fiscali per le costruzioni
Analizzate in una nota Ance tutte le principali misure di interesse per le costruzioni contenute nella legge Finanziaria 2008 (l. 244/07), pubblicata in G.U. e in vigore dal 1° gennaio scorso.


Finanziaria 2008: l’Ance spiega
le novità fiscali per le costruzioni

Analizzate in una nota Ance tutte le principali misure di interesse per le costruzioni contenute nella legge Finanziaria 2008 (l. 244/07), pubblicata in G.U. e in vigore dal 1° gennaio scorso.
Tra le principali misure di interesse per il settore si segnalano, in particolare, l’inapplicabilità del reverse charge alle prestazioni di servizi rese a contraenti generali, l’escluione delle soietà consortili e di quelle di progetto dalla norma sul limite di deducibilità degli interessi passivi e l’attribuzione di valore indiziario allo scostamento del valore normale del prezzo di vendita dei fabbricati (per gli atti antecedenti al 4 luglio 2006).
La Finanziaria - si legge inoltre nell’analisi dei costruttori - presenta altre misure di rilievo, tra le quali: riapertura dei termini per la rivalutazione delle aree edificabili e agricole; applicazione dell’imposta di registro all’1% e di quelle ipotecarie e catastali complessivamente al 4% per i trasferimenti mirati all’attuazione di programmi di edilizia residenziale; proroga al 31 dicembre 2010 delle agevolazioni Irpef del 36% e Iva al 10% sulle ristrutturazioni; ripristino del “36%” per l’acquisto di immobili ristrutturati; proroga al 2010 della detrazione del 55% per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti.
Tra le novità
L’art. 1, comma 91, della legge 244/2007 prevede la riaperturadei termini pe la rivalutazione delle aree edificabili o agricole possedute da privati non esercenti attività commerciale, mediante il versamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sul reddito pari al 4% dell’intero valore dei terreni così rideterminato.
In particolare, è stata reintrodotta la facoltà di rivalutare le aree edificabili ed agricole possedute alla data del 1° gennaio 2008 mediante:
la redazione ed il giuramento della perizia di stima del terreno entro il 30 giugno 2008;
il versamento dell’imposta sostitutiva delle imposte sul reddito, pari al 4% dell’intero valore rivalutato dell’area, Entro il 30 giugno 2008.
A tal proposito, si ricorda che il pagamento può avvenire anche in 3 rate annuali di pari importo, con gli interessi del 3%, da effettuarsi entro il 30 giugno 2008 (I rata), 30 giugno 2009 (II rata), 30 giugno 2010 (III rata).

Notizia pubblicata il 01/03/2008


HOMEPAGE

Archivio Notizie